Redatto da Oltre la Linea.

“Caro amico/a, ti scrivo per proporti il tuo sostegno e la iscrizione all’ANPI di Modena”. Così comincia la lettera, inviata ad un insegnante della città emiliana per l’anno 2019. Lettere che vengono inviate a molti, con particolare attenzione ai corpi docenti. E le frasi successive sembrano confermare l’interesse dell’associazione per i quadri formativi.

“La nostra ragion d’essere e i nostri scopi sono oggi ancora più importanti” è la sintesi del periodo successivo. Poi: “Per questo ANPI è impegnata a tutelare l’onore partigiano contro ogni forma di vilipendio e di speculazione, a mettere in rilievo l’importanza della Lotta di Liberazione ai fini del riscatto dalla servitù tedesca e delle riconquiste della libertà, a promuovere la diffusione dei principi informatori della lotta di Liberazione perché divengano elementi essenziali nella formazione delle giovani generazioni”.

25 aprile, ecco come l’ANPI recluta gli insegnanti di scuola

La lettera si conclude con la richiesta di iscrizione e di sostegno economico all’associazione.

Sulla “formazione delle giovani generazioni” si potrebbe scrivere chiaramente non un libro, ma un’enciclopedia, in ogni caso le dinamiche dell’ANPI negli anni non si smentiscono granché: partire anzitutto da dove si preparano gli studenti per mantenere ben saldo il potere di condizionamento sugli elettori e sui cittadini del futuro. Una lezione che abbiamo imparato tutti.

(di Stelio Fergola)

L’articolo 25 aprile, ecco come l’ANPI recluta gli insegnanti di scuola originale proviene da Oltre la Linea.



Leggi l’articolo completo su oltrelalinea.news