(Foto: iSpace)

A Ifa 2019 di Berlino era esposto il piccolo lander della missione Hakuto-R che sarà al centro del primo tentativo privato di esplorazione della Luna. L’appuntamento è stato fissato per il 2021 dalla società giapponese iSpace, che era entrata nella rosa dei cinque finalisti del contest Google Lunar X-Prize nel 2018.

Come è noto, nessuno dei partecipanti è riuscito a vincere la competizione che puntava a far allunare con successo una navetta privata sulla Luna, ma tutta l’esperienza raccolta e la solida base creata hanno portato a espandere l’affascinante tentativo con un programma a lungo respiro.

Hakuto significa coniglio bianco, come il protagonista di una popolare leggenda giapponese. La R del nome sta invece per reboot, ossia un nuovo avvio e si presenta come il più piccolo rover lunare mai progettato, per ridurre il peso al minimo e aumentare la maneggevolezza e al contempo la capacità di ricevere comandi da terra e inviare informazioni, dati e immagini.

Il programma di Hakuto-R si svilupperà su undici missioni totali, naturalmente senza equipaggio. Le prime due del 2021 proveranno rispettivamente a effettuare un allunaggio cosiddetto morbido sulla superficie e un’esplorazione del sito con invio di dati e informazioni e saranno lanciati da un razzo SpaceX Falcon 9.

Le successive sette missioni (dalla 3 alle 9) cercheranno di costituire un sistema di “trasporto” di materiale e di attrezzatura a basso costo sul satellite, con soprattutto lo scopo finale di mappare le grandi riserve di acqua conservate nelle regioni polari. Una volta estrapolata, sarà trattata per separare l’idrogeno che potrà servire come combustibile per le future missioni aldilà dell’orbita terrestre fino a Marte.

Le missioni 10 e 11 punteranno alla costruzione di una piattaforma industriale stabile, passo necessario per fare della Luna il punto di partenza verso le successive missioni oltre l’orbita terrestre, in primo luogo verso Marte. Secondo le previsioni riportate da iSpace, entro il 2040 sulla Luna ci sarà una presenza fissa di circa mille persone con un totale di 10mila visitatori annuali.

The post A Ifa 2019 il mini rover giapponese che esplorerà la Luna appeared first on Wired.



Leggi l’articolo su wired.it