Zampe e articolazioni resistentissime sommate a una buona dose di agilità sono tra le qualità più ricercate dagli scienziati che sviluppano i robot del futuro. Tra gli animali da copiare sotto questi aspetti sbucano oggi i ragni, animali snelli e leggeri che, senza troppo ingombro, riescono a spostarsi velocemente anche su superfici sconnesse e a compiere balzi anche molto superiori alla propria altezza.

Sono la prova di questa ispirazione i prototipi che vedete in questo filmato, realizzati grazie alla collaborazione tra ricercatori del Max Planck Institute for Intelligent Systems di Stoccarda e dell’università di Boulder, in Colorado. Strutture minimaliste, con giunture a componenti sia rigide che morbide, capaci di estrema resistenza e allo stesso tempo di assumere molte configurazioni differenti. Le prestazioni si sono dimostrate elevate sin dai primi test, con la prospettiva di impiegare gli arcno-bot – così li hanno definiti gli scienziati – per sviluppare sistemi che possano muoversi rapidamente e interagire con molti ambienti diversi.

(Credit video: MPI for Intelligent Systems and University of Colorado Boulder)

The post Anche i ragni sono d’ispirazione per i robot del futuro appeared first on Wired.



Leggi l’articolo su wired.it