L’atrofia muscolare spinale (Sma) è una malattia genetica rara causata dalla degenerazione dei motoneuroni delle corna anteriori del midollo spinale: un fenomeno cui seguono atrofia e debolezza dei muscoli del tronco e degli arti. Esistono cinque differenti classificazioni di Sma, che colpisce circa un neonato ogni 10mila, e purtroppo costituisce la più comune causa genetica di morte infantile. Oggi, però, le nuove tecnologie possono fare molto per cambiare la vita di chi soffre di questa malattia rara: Wired annuncia B-Pioneers, la prima hackathon promossa da Biogen per lo sviluppo di soluzioni altamente innovative che possano avere un impatto sulla quotidianità, la qualità della vita e il benessere delle persone con Sma e dei loro familiari.

B-Pioneers è un evento gratuito, aperto ai più intraprendenti, creativi e motivati innovatori che decideranno di mettere a frutto il loro sapere per un fine nobile, in una competizione di idee e progetti con in palio un importante premio finale di 20mila euro (al netto di Iva e al lordo di Rda e trattenute Inps). Scoprite come partecipare e inviare la vostra candidatura entro il 4 ottobre 2019, sul sito di B-Pioneers.

Siamo alla ricerca di sviluppatori e programmatori, product e service designer, esperti di marketing, sales, comunicazione e branding, e infine maker.

All’hackaton – che si terrà venerdì 8 e sabato 9 novembre 2019 presso Copernico Isola For S32, in via Sassetti 32, a Milano – ogni team di lavoro avrà un massimo di 6 hacker, e sarà supportato da mentor che avranno il compito di facilitare, stimolare e supportare i progetti.

Biogen e Wired metteranno a disposizione dei partecipanti un breve ciclo di interventi a cura dei massimi professionisti del settore, per una overview sui trend tecnologici e le soluzioni già disponibili sul mercato. Inoltre, avranno la possibilità di incontrare – nei giorni precedenti l’hackathon e previo appuntamento – gli operatori di Nemo, un centro clinico altamente specializzato che si occupa delle necessità di chi è affetto da malattie neuromuscolari. Infine avranno il supporto tecnologico di TheFabLab per lo sviluppo di prototipi e proof of concept con le tecnologie di fabbricazione digitale e di elettronica programmabile, durante tutta la durata dell’hackathon.

The post B-Pioneers, l’hackathon per migliorare la vita delle persone con Sma appeared first on Wired.



Leggi l’articolo su wired.it