Bakkt ha annunciato di aver avviato i test di accettazione da parte degli utenti dei contratti Bakkt Bitcoin Daily & Monthly Futures. 

Secondo la società, i test procedono come previsto con partecipanti da tutte le parti del mondo. 

Bakkt è una sussidiaria dell’Intercontinental Exchange (ICE), la società proprietaria della Borsa di New York, pertanto il suo ingresso nel mondo crypto potrebbe avere un impatto significativo. 

Per ora si tratta solamente di test, ma stando a quanto riferito dal Quant Strategist di Fundstrat, Sam Doctor, i future su bitcoin di Bakkt potrebbero venire lanciati sul mercato già entro la fine di questo trimestre, cioè entro fine settembre 2019. 

Infatti, la notizia dell’avvio dei test non ha portato ad un aumento del prezzo di bitcoin, che invece da ieri è calato. Tuttavia non è detto che il calo sia legato a questa notizia. 

Secondo molti esperti il lancio sul mercato di questi contratti future basati su bitcoin fisici, e regolati in BTC, e di altri prodotti finanziari simili, potrebbero facilitare l’adozione di questo asset da parte dei grandi investitori istituzionali.

I future di Bakkt sono completamente regolamentati, dal punto di vista legale adatti anche agli investitori istituzionali, e di fatto acquistarli significa acquistare bitcoin a tutti gli effetti, sebbene i BTC vengano conservati da Bakkt nei loro wallet. 

Ad esempio, Meltem Demirors di CoinShares congratulandosi con Bakkt per l’avvio dei test, sostiene che il mercato dei bitcoin stia cambiando rapidamente, e future, derivati e sintetici cambieranno radicalmente la natura di questo mercato.

A tal proposito mostra un grafico relativo al rapporto tra i volumi di scambio dell’oro e dei derivati dell’oro dal 1997 ad oggi, dal quale emerge chiaramente come il volume dei derivati si sia letteralmente impennato nel corso degli anni, arrivando a superare di molto quello dell’oro fisico. 

D’altra parte ci sono anche dati provenienti da hedge fund che si occupano di investimenti in criptovalute che mostrano come la domanda istituzionale di bitcoin sia in forte crescita. Anche alcuni dati provenienti dagli exchange suggerirebbero la crescita di questa domanda. 

Va però ricordato che, per poter essere lanciati sul mercato, questi contratti future su bitcoin necessitano dell’approvazione della CFTC, che ad oggi non è ancora arrivata.

The post Bakkt: iniziati i test dei future su bitcoin appeared first on The Cryptonomist.



Leggi l’articolo su cryptominando.it