Un’oscura azienda dello Yorkshire Full Colour Black si è messa a vendere online cartoline per auguri che riproducono le immagini delle sue opere. Tutte famose, dalla bimba col palloncino, vale un milione di pound, alla culla con le videocamere di sorveglianza puntate sul neonato, fino al Parlamento inglese popolato di scimmie venduto a New York per 9,9 milioni di sterline.
Banksy, senza uscire dall’anonimato, prima ha scatenato i suoi avvocati e poi ha aperto uno suo showroom chiamato Gross Domestic Product in un ex negozio di tappeti, a Croydon, sud di Londra, che per i londinesi è una località depressa per non dire pericolosa.

“Se qualcuno pensa di lucrare sul mio lavoro senza autorizzazione, si sbaglia” ha detto l’artista ai media “adesso sarò io a ven…



Leggi l’articolo su blogstar.org.uk