Mentre Bitcoin e le principali criptovalute si stanno risvegliando dal letargo, subendo corposi rialzi nelle ultime 48 ore, e mentre Tether (USDT) fa segnare volumi record la vera sorpresa di questi ultimi due giorni è Bitcoin Cash (BAB).

Nelle ultime 24h Bitcoin Cash è cresciuto del 50%, toccando addirittura quota 347$ su Bitfinex per poi correggere leggermente. Il 2 Aprile 1 BCH valeva circa 168$, in questo momento ne vale 322$. Raddoppiato il valore in meno di due giorni e sfondata la linea 200DMA.

L’andamento di BCHBAB degli ultimi 3 giorni.

Tra le criptovalute più importanti per market-cap BCH è quella che ha guadagnato di più in questa bull run. Se poi allarghiamo il grafico possiamo notare che a Febbraio Bitcoin Cash ha oscillato tra i 115$ e i 140$: oggi vale quasi il triplo. Si sta giocando il quarto posto per capitalizzazione di mercato insieme a Litecoin (che è ancora davanti nel momento in cui scrivo).

I dati di On-chain mostrano un grosso incremento delle attività attorno a BCH:

onchain bitcoin cash

BCH ha gestito 27’000 transazioni e sono stati spostati 1.3 miliardi di dollari. Le transazioni di Ethereum sono molte di più ma sono stati spostati solo 735 milioni. Bitcoin ha raddoppiato la quantità di denaro spostato negli ultimi giorni toccando quota 9 miliardi. Interessante anche Litecoin: 1 miliardo di dollari spostati con solo 37’000 transazioni. Litecoin sta crescendo molto anche per l’arrivo dell’halving atteso per quest’estate.

Questi dati suggeriscono che Ethereum è usato soprattutto per transazioni Over the Counter (OTC) o per spostare soldi dagli exchange.

In ogni caso tutte le maggiori criptovalute hanno visto crescere sia il  propriovalore che il numero di transazioni in questi due giorni. Non manca chi ci scherza su:

La crescita di BCH – BAB

Perchè BCH è cresciuto più degli altri? Non è chiaro, la vera domanda da porsi, forse, è perchè fosse calato così tanto in seguito al fork di Novembre.Un crollo forse eccessivo che l’ha portato sotto al valore reale.

Una notizia positiva molto recente riguardante Bitcoin Cash è l’implementazione delle firme di Schnorr.

Per chi non lo sapesse, il nuovo schema di firme di Schnorr offre diversi vantaggi, motivo per cui, anche gli ampi blocchi della blockchain di Bitcoin Cash otterranno grossi ed interessanti benefici.

Schnoor mira ad ottimizzare lo spazio occupato dalle firme nei blocchi di Bitcoin. Le firme infatti, occupano diverso spazio nei blocchi della blockchain. In particolare, si ha un enorme uso di spazio quando si eseguono più transazioni da diversi indirizzi ad uno solo. Utilizzando Schnoor è possibile comprimere le firme di tutti i partecipanti in una sola firma, riducendo l’uso dello spazio nei blocchi anche del 60%.

Oltre a ridurre lo spazio usato nei blocchi, Schnorr permette anche di migliorare la privacy. Potete approfondire le firme di Schnoor nel nostro articolo dedicato QUI. Nel caso di Bitcoin Cash dunque, le firme di Schnorr porteranno grossi benefici nella privacy della moneta più che nel miglior dimensionamento dei blocchi.

bch

BCH ha ampiamente sfondato la linea 200DMA.

Ma non è ovviamente questa notizia ad aver fatto crescere così tanto il valore di BCH.

Un altro fattore interessante lega a doppio filo BTC e BCH. Se la domanda tornasse a crescere (e quindi il numero di transazioni) BCH potrebbe essere visto come la principale alternativa a Bitcoin in quanto gestisce blocchi più grossi del fratello maggiore e ha minori problemi di scalabilità.

La cosa più probabile, comunque, è che questa improvvisa salita di Bitcoin Cash sia dovuta all’eccessiva reazione (negativa) del mercato dopo il fork.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

L’articolo Bitcoin Cash (BAB), raddoppiato il valore in 2 giorni: +50% nelle ultime 24h proviene da CryptoMinando.



Leggi l’articolo su cryptominando.it