I dati presenti su CoinMarketCap mostrano che Bitcoin SV (BSV) non se la passa così male: ottava posizione con 4.2 miliardi di capitalizzazione di mercato e volumi pari a 450 milioni di dollari, circa un quarto di Bitcoin Cash (BCH). Tuttavia, le cose non vanno così bene come sembra.

Bitcoin (BTC) è salito parecchio in questo ultimo periodo riuscendo a superare la soglia degli 10.000 $, forse anche grazie a Bakkt in arrivo e alla criptovaluta di Facebook, Libra, che ha certamente contribuito a far crescere l’interesse per questo mercato, anche se in maniera indiretta.

La dominance di BTC sfiora in questo momento il 60% e diverse altcoin hanno perso valore nei confronti di bitcoin, ma bitcoin SV (BSV) registra un comportamento davvero fuori dal normale.

Bitcoin SV (BSV) è una “città fantasma”

Tutti i problemi legali che sta affrontando Craig Wright, insieme alla pessima immagine che bitcoin SV (BSV) si è fatta in questo mercato, non hanno comunque contribuito più di tanto sul valore della criptovaluta.

Tuttavia, secondo il tweet di un investitore con sede a Toronto, Kevin Rooke, il network BSV è da considerare una “città fantasma”.

Rooke sostiene che l’86.4% di tutto il volume registrato nella giornata del 23 giugno 2019 deriva da 100 transazioni. Nonostante ciò, bitcoin sv (BSV) è cresciuto di oltre il 300% in soli 45 giorni.

Tutto ciò potrebbe significare che non c’è tanto traffico all’interno del network e che alcuni exchange, o più semplicemente alcune balene, stiano spostando i fondi per dare l’impressione che il sistema sia ancora robusto.

Si tratta solamente di supposizioni, ad ogni modo è certamente un comportamento strano per una tra le top 10 criptovalute presenti su CoinMarketCap. Il fatto di voler creare una blockchain in grado di scalare quando sarà il momento, come quella che ha pensato Craig Wright, dovrebbe comunque sorgere da un problema esistente, quello delle numerose transazioni e della dimensione dei blocchi.

Problema che non sembra, almeno per il momento, influenzare troppo la blockchain di Bitcoin SV (BSV).

Inoltre, un altro dato interessante mostra che il 98% di tutte le transazioni della crypto sono state utilizzate per scrivere dei dati meteo all’interno della blockchain.

The post “Bitcoin SV (BSV) è una città fantasma”: 86% del volume in 100 transazioni appeared first on The Cryptonomist.



Leggi l’articolo su cryptominando.it