Secondo i dati riportati su Brave riguardo la crescita costante dell’utilizzo e della diffusione del famoso browser dedito alla privacy, il numero dei publisher sulla piattaforma è aumentato di 10 volte.

Infatti, verso metà luglio dell’anno scorso il totale dei publisher del browser Brave superava di poco le 20mila unità. Dopo quasi un anno, invece, vediamo che adesso Brave sfiora i 230mila publisher, dimostrando che sempre più utenti e aziende stanno puntando ad integrare ed utilizzare il browser. Tra i publisher più importanti troviamo anche nomi quali The Guardian, il Washington Post e CoinMarketCap.

Ovviamente, come vediamo dalla grafica, la grande maggioranza dei publisher consta dei canali YouTube con oltre 165mila publisher; a seguire troviamo anche Twitter, dove da poco è stata introdotta la possibilità di mandare donazioni in token BAT.

Per finire vediamo anche che una buona fetta dei publisher è composta da utenti della piattaforma di streaming Twitch; a seguire gli utenti di Reddit, GitHub, Vimeo, ma ancora nessuno per quanto riguarda la piattaforma di musica SoundCloud.

Tutti possono diventare dei publisher verificati su Brave, e, una volta che si diventa publisher, si possono iniziare a ricevere donazioni in token BAT (Basic Attention Token).

The post Brave: aumentano i publisher del browser appeared first on The Cryptonomist.



Leggi l’articolo su cryptominando.it