Redatto da Oltre la Linea.

Sulla Brexit, l’accordo di ritiro raggiunto tra Bruxelles e Londra sull’uscita del Regno Unito dalla Ue “è il migliore e l’unico possibile”. Lo ribadisce la vice portavoce della Commissioe, Natasha Bertaud, riferendo ai giornalisti del colloquio telefonico di ieri tra il presidente della Commissione Europea Jean Claude Juncker e il primo ministro britannico Boris Johnson. Dopo aver “ascoltato ciò che Johnson aveva da dire, Juncker ha ribadito la posizione dell’Ue”: ovvero che “l’accordo di ritiro negoziato tra la Commissione e il governo britannico è il miglior accordo e l’unico possibile”.

Juncker ha ribadito “l’impegno a lavorare insieme nel modo migliore possibile”, e la disponibilità a prendere in esame qualsiasi idea avanzata dal Regno Unito, purchè compatibile con l’accordo di ritiro”, ha aggiunto la portavoce.

Washington guarda con ottimismo alla Brexit

Washington “guarda con ottimismo” al futuro con Boris Johnson primo ministro. Lo ha detto l’ambasciatore Usa a Londra, Woody Johnson, convinto che il nuovo premier britannico e il presidente Donald Trump avranno un “rapporto fantastico”, dovuto anche alle loro “similarità”. I due leader, ha detto ancora l’ambasciatore Usa ai microfoni della Bbc, “hanno le idee chiare su quello che vogliono ottenere”.

I dissapori del passato, dovuti alla battuta di Johnson sulla “stupefacente ignoranza” di Trump o alle più recenti critiche fatte dal neo premier britannico al presidente Usa, riguardo alla polemica sulla deputata di colore che dovrebbe “tornare a casa sua”, sembrano superati. Gli Stati Uniti, ha detto l’ambasciatore Johnson, ora preferiscono concentrarsi sugli aspetti positivi del rapporto con Londra e i due Paese dovrebbero “guardare con ottimismo al futuro”. “Il Regno Unito è il nostro più importante alleato, sia nella sicurezza che nella prosperità”, ha sottolineato il diplomatico, ricordando la priorità che Trump ha assegnato alla sigla di un accordo di libero scambio con Londra, una volta che la Brexit sarà completata.

Conte: lavoriamo con Johnson

“Vogliamo che il Regno Unito resti un partner importante per l’Ue anche dopo la Brexit e in questo spirito lavoreremo con il nuovo primo ministro britannico”. Lo ha detto il premier Giuseppe Conte parlando alla Farnesina. Nel frattempo, il Presidente francese Emmanuel Macron, ha avuto giovedì sera un colloquio telefonico con il nuovo premier britannico, Boris Johnson, e lo ha invitato a recarsi in visita in Francia “nelle prossime settimane”. Lo riferisce l’Eliseo. Macron si trova attualmente in vacanza al forte di Brégançon, nel sud del Paese. Johnson è atteso in Francia fra un mese per partecipare al summit del G7, che si terrà dal 24 al 26 agosto a Biarritz, nel sudovest della Francia.

(la Redazione)

 

L’articolo Brexit, colloquio fra Boris Johnson e Juncker originale proviene da Oltre la Linea.



Leggi l’articolo completo su oltrelalinea.news