Sonno, tanto sonno, soprattutto in età pediatrica e durante l’adolescenza. La narcolessia, un disturbo che determina un alto grado di confusione nel controllo del ritmo sonno-veglia nel cervello, è un disturbo frequente, eppure ancora carico di misteri. Non sono affatto chiare, per esempio, le sue origini.

A far luce arriva però oggi un gruppo di ricercatori dell’università di Copenhagen, che ha scovato nelle persone che ne soffrono una serie di cellule che parlano chiaro: si tratta di cellule autoreattive, cioè che circolano nel sangue nel corso delle reazioni autoimmuni. Scoperte come questa potrebbero determinare una svolta nel trattamento e nella cura della malattia. Per saperne di più, ecco in un video il racconto degli scienziati protagonisti.

(Credit video: University of Copenhagen, Faculty of Health and Medical Sciences)

The post Che cos’è davvero la narcolessia? appeared first on Wired.



Leggi l’articolo su wired.it