Ieri il fondatore di Huawei, Ren Zhengfei, ha affermato di voler dare il proprio supporto allo sviluppo di una versione nazionale in Cina di quanto proposto dalla “criptovaluta” Libra.

Read this article in the English version here.

Come si legge dal comunicato,  il fondatore di Huawei avrebbe anche espresso il proprio parere in merito alla creazione di un sistema in Cina per le criptovalute.

“La Cina può emettere una tale valuta anche da sola. Perché aspettare che gli altri la emettano? Il potere di un paese è più forte di una società Internet”, ha detto il founder di Huawei in un’intervista apparsa su Ansa.

Huawei già in passato si è dedicata al settore crypto sia con un wallet che con un servizio cloud basato sulla tecnologia blockchain, quindi sarebbe il partner e candidato ideale per supportare un progetto di tale portata a livello nazionale in Cina, avendo sia la competenza che l’esperienza nonché la capacità di reggere un sistema così importante.

The post Cina: anche Huawei vuole la propria criptovaluta appeared first on The Cryptonomist.



Leggi l’articolo su cryptominando.it