Molti titolari di attività commerciali o shop online spesso si chiedono se e come è possibile accettare pagamenti in bitcoin.

Fortunatamente esistono decine di piattaforme che svolgono questo ruolo. Eccone alcune e come funzionano.

Come accettare pagamenti in bitcoin: le piattaforme disponibili

BitPay

La piattaforma forse più conosciuta per accettare pagamenti in bitcoin e bitcoin cash è sicuramente BitPay.

Registrando la propria attività è possibile infatti creare un account con il relativo wallet per poter accettare pagamenti.

Si può anche decidere se mantenere l’importo ricevuto in bitcoin o se convertirlo nella valuta locale e riceverlo tramite bonifico sul conto bancario. In alternativa, vi è anche l’opzione per effettuare un versamento parziale in valuta FIAT sul conto e mantenere la parte rimanente in criptovalute.

Non manca poi l’applicativo mobile e per PC, così da poter utilizzare la piattaforma anche in negozi retail. Una soluzione davvero interessante e completa, visto che esistono anche diversi plugin già pronti per integrare il servizio sulle principali piattaforme web. Le spese di commissione ammontano a circa l’1% dell’importo della transazione.

CoinBase Commerce

Nell’ultimo anno anche Coinbase ha deciso di entrare nel settore dei pagamenti legati alle attività commerciali. Più nel dettaglio, il noto Gateway di criptovalute ha introdotto il servizio Coinbase Commerce, con tanto di omonimo plugin in stile PayPal.

Come con BitPay, anche Coinbase conferma rapidamente i pagamenti senza pericolo di chargeback. Dunque i rischi di subire truffe vengono ridotti drasticamente. In caso di errori o storni, sarà comunque possibile effettuare rimborsi agli utenti. La piattaforma accetta diverse criptovalute oltre a bitcoin, fra cui bitcoin cash, litecoin ed ethereum.

Coinbase Commerce inoltre, si occupa della conversione delle criptovalute in denaro ed al successivo invio sul conto bancario dell’attività, il tutto entro 2-3 giorni lavorativi. Infine, anche in questo caso è disponibile l’omonimo applicativo mobile.

Tinkl.it

Tinkl.it è una piattaforma italiana che offre la possibilità di accettare pagamenti in BTC nel proprio esercizio commerciale.

come accettare pagamenti in bitcoin nelle attività commerciali

Come gli altri già visti, anche Tinkl.it effettua automaticamente la conversione in euro dei pagamenti. Ovviamente non mancano le API ed opportuni applicativi per implementare il servizio sui propri terminali da inserire in negozio oppure sul sito web del proprio e-commerce.

Coingate

Coingate, oltre ad essere un exchange, è anche una piattaforma per i pagamenti che supporta diverse criptovalute, fra cui bitcoin, ethereum, litecoin, DASH e tante altre altcoins alternative. Pur non essendo italiana, offre comunque la conversione automatica dei pagamenti in euro.

come accettare pagamenti in bitcoin nelle attività commerciali

Le tasse di commissione ammontano all’1% ed il servizio offre API, Plugin ed applicazioni per i principali device mobile, così da poter sfruttare il sistema anche in negozio.

Coinify

Un altro servizio, forse poco conosciuto in Italia, è Coinify. Oltre ad essere un exchange, consente di accettare pagamenti in bitcoin ed altre criptovalute nelle proprie attività commerciali.

GoUrl.io

GoUrl.io è un gateway per pagamenti in criptovalute. E’ completamente Open Source e non prevede commissioni mensili fisse. Anche su GoUrl.io sono presenti diverse criptovalute oltre al bitcoin, come DASH, litecoin e bitcoin cash.

Le commissioni sono variabili in base al tipo di servizio. Tipicamente, per i classici pagamenti online, ammontano all’1.5%. Anche qui non mancano differenti plugin, API o ulteriori sistemi di integrazione per il vostro e-commerce.

CoinPayments

Un altro servizio molto interessante è CoinPayments, una piattaforma che oltre ad offrire la possibilità di accettare pagamenti in bitcoin e criptovalute alternative, offre anche una cassaforte virtuale, i cui fondi non potranno essere utilizzati prima di un certo periodo di tempo. Veniva spesso utilizzato dalle ICO in quanto offre anche un servizio di escrow.

Anche qui non mancano plugin, applicazioni per smartphone e persino un’interfaccia user friendly da integrare sui POS. Le fee sono davvero basse, visto che si parla di uno 0.5%.

BitcoinPay

BitcoinPay, come gli altri, offre anch’esso tutto il necessario per l’integrazione del servizio negli e-commerce: API, App mobile, plugin ed altro. Le commissioni sono pari allo 0.8% ed è possibile ricevere i pagamenti in euro ed altre valute.

Offre un buon livello di personalizzazione e soluzione ad-hoc a seconda del tipo di servizio che volete utilizzare. Purtroppo accetta solamente bitcoin.

GoCoin

GoCoin è nato nel 2013 e permette di accettare pagamenti in bitcoin, litecoin e dash. Anche qui la conversione in euro avverrà automaticamente e non mancano plugin, ecc… Le commissioni ammontano all’1%.

InBitcoin

InBitcoin.it è una piattaforma italiana, che oltre a permettere pagamenti in bitcoin, offre anche ulteriori servizi, fra cui l’integrazione bancaria, un wallet Bitcoin SegWit ed una vera e propria carta di credito in bitcoin.

Ovviamente l’azienda sviluppa anche ulteriori prodotti per l’uso di bitcoin, della blockchain e delle criptovalute.

come accettare pagamenti in bitcoin nelle attività commerciali

Ha sede a Rovereto (TN), dove ha contribuito a portare il bitcoin e la possibilità di accettare pagamenti in criptovalute. Per tutti i dettagli ed eventuali contatti potete consultare il sito web ufficiale.

Globee

Globee permette di accettare pagamenti in diverse criptovalute, fra cui bitcoin, dogecoin, monero ed altre.

Anche questa è una piattaforma molto flessibile ed offre tutto il necessario per l’integrazione negli e-commerce. Vi sono differenti pacchetti: il primo non ha commissioni mensili ma impone transazioni per un valore minimo di 10 dollari, da cui trattiene l’1%.

Passando poi alla soluzione più avanzata, pagando 30 dollari al mese eliminerete le commissioni sulle transazioni. Vi è poi la variante business, che toglie praticamente tutti i limiti.

Paymium

Paymium, oltre a consentire pagamenti in bitcoin, è anche un exchange dedicato a chi vuole effettuare trading. Offre, come tutti gli altri API, plugin, ecc… Le commissioni sono molto basse ma variano a seconda del tipo di servizio che andrete ad utilizzare.

Blockchain.com

Infine, è disponibile anche il famoso wallet Blockchain.com, che può essere utilizzato anche per accettare pagamenti in bitcoin. Non offre per ora, la possibilità di convertire i pagamenti in euro, ma può essere utilizzato da chi desidera conservare i bitcoin ricevuti durante i pagamenti.

The post Come accettare pagamenti in bitcoin nella propria attività commerciale appeared first on The Cryptonomist.



Leggi l’articolo su cryptominando.it