Aiutare i ragazzi di tutto il mondo a entrare nelle migliori università del pianeta, assicurando un futuro lavorativo all’altezza delle loro aspettative. È l’idea che sta alla base di Edusogno, una startup sorretta dal lavoro di cinque ragazzi: quattro italiani e un’americana. Un’intuizione che nasce tra un continente e l’altro, a cavallo tra Boston e Bari: “Ci siamo conosciuti nella città statunitense, mentre io frequentavo l’Eth di Zurigo e stavo facendo un progetto di scambio con il Mit”, racconta Domenico Campanaro, fondatore di Edusogno, “io e gli altri membri parlavamo di quando tornavamo in Italia per le vacanze e, puntualmente, venivamo assaliti da domande su come fare per andare a studiare o lavorare all’estero. Così un giorno, quasi per gioco, creai una pagina su Instagram su questo argomento: ebbene, con mia somma sorpresa, nel giro di una settimana avevamo 2-300 persone che ci seguivano”. Era il giugno 2019. Sono passati…



Leggi l’articolo su blogstar.org.uk