L’apparato riproduttore delle vespe parassite, o più precisamente il loro sistema per deporre le uova, è al cuore dell’idea per lo sviluppo di questo piccolo device: uno strumento che gli scienziati hanno progettato per la chirurgia mini-invasiva.

Il prototipo, realizzato da ingegneri della Delft University of Technology, in Olanda, ha la forma di un ago cavo flessibile, proprio come l’organo depositore delle uova di questi insetti, che grazie a questo sistema le rilasciano sulle piante. All’interno dell’organo si trova una serie di sottili lamine che scorrono indipendentemente una dall’altra, creando attrito e consentendo il trasporto delle uova: lo stesso meccanismo è ciò che gli scienziati vorrebbero applicare per il trasporto di tessuti, come per esempio per la rimozione di coaguli di sangue nei vasi.

Naturalmente il nuovo dispositivo può raggiungere punti del corpo dove accedere è particolarmente difficile, riducendo allo stesso tempo, date le piccole dimensioni, i traumi chirurgici e di conseguenza i tempi di recupero.

(Credit video: A. Sakes and coauthors)

The post Come gli insetti ci possono insegnare la chirurgia mini-invasiva appeared first on Wired.



Leggi l’articolo su wired.it