(Shutterstock.com)
Articolo tratto dal numero di aprile 2019 di Forbes Italia. Abbonati.
Di Enzo Argante
Trattori robot, capannine metereologiche, tessitura del suolo, mappe di vigore vegetativo e di maturazione. Se la tecnologia è la frontiera della nuova agricoltura 4.0, l’agro big data, un sistema di informazioni che attraverso punti di ascolto digitali condivisi consente di sfruttare al massimo le potenzialità produttive del terreno, è il suo profeta. Colui che tutto sa e provvede, ogni cosa dispone e che in poco pi…



Leggi l’articolo su blogstar.org.uk