Nel nostro cervello abbiamo una rete di oltre 600mila chilometri di vasi sanguigni, in maggioranza capillari molto sottili, dei quali però ricostruire la trama è praticamente impossibile. Anche se sarebbe una svolta per comprendere più a fondo come viene veicolato il trasporto dell’ossigeno alle cellule cerebrali e pensare di intervenire in caso di patologie o incidenti che lo mettono a repentaglio, come l’ictus.

Nel video qui sopra vedete da vicino il lavoro di un team di ricercatori del Seattle Children’s Research Institute: un labirinto di capillari nel cervello di un topo, realizzato mediante una nuova tecnica per l’imaging medico. Pubblicata proprio in questi giorni su Nature Neuroscience, la metodica potrebbe fare la differenza su questo fronte: quelli in verde sono proprio i capillari.

(Credit video: Shih Lab, Seattle Children’s Research Institute)

The post Come il sangue circola nel cervello appeared first on Wired.



Leggi l’articolo su wired.it