Le persone che sono costrette a lottare per sostenere i propri bisogni primari incontrano spesso lungo il proprio percorso la paura e la disperazione. E, purtroppo, queste ultime possono essere il preambolo di ansia, depressione e altri problemi di salute mentale, i quali non fanno altro che indebolire la già fragile situazione economica delle persone interessate. Un vero e proprio cortocircuito, che gli esperti hanno soprannominato trappola della povertà psicologica”. 

In una recente pubblicazione su Science, scienziati ed economisti hanno analizzato questo fenomeno, e in particolare come i programmi di welfare dei governi da un lato, e il cambiamento climatico dall’altro, abbiano avuto un impatto notevole sui casi di depressione e sul numero dei suicidi. In questa animazione, diffusa dallo stesso giornale, scoprirete cosa è venuto alla luce.

(Credit video: Science)

The post Come la scienza studia l’ansia e la depressione indotte dalla povertà appeared first on Wired.



Leggi l’articolo su wired.it