In niobio e stagno, prodotti in Liguria, i magneti contribuiranno a far evolvere l’Lhc nell’High Luminosity Large Hadron Collider, che sarà operativo entro gli anni Venti e permetterà di conoscere meglio il bosone di Higgs



Leggi l’articolo su wired.it