(foto: Fabrizio Villa/Getty Images)

Quando potremo allentare le misure di contenimento messe in atto per contenere la diffusione del nuovo coronavirus, ed entrare finalmente nella tanto attesa fase 2? A rispondere in parte a questa domanda è stata l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) che ha appena diffuso alcuni criteri e indicazioni da seguire per tutti i Paesi colpiti dalla Covid-19 che hanno intenzione di revocare le misure restrittive o che stanno valutando quando sarà il momento giusto per allentarle. In particolare le linee guida dell’Oms serviranno principalmente per guidare i Paesi verso una graduale e lenta riapertura. “Le decisioni dei governi”, spiega l’Oms, “devono essere basate innanzitutto sulla protezione della salute pubblica e guidate da ciò che sappiamo finora sul nuovo coronavirus e su come si comporta”.

Sappiamo bene, infatti, che Sars-Cov-2 è un virus completamente nuovo e che man mano che lo conosciamo, sulla base delle prove finora disponibili, modifichiamo e adattiamo continuamente le strategie per combatterlo. “Le prove provenienti da diversi Paesi ci stanno dando un quadro più chiaro di questo virus, come si comporta, come fermarlo e come trattarlo”, spiega l’Oms. “Sappiamo che Covid-19 si diffonde rapidamente e che è 10 volte più letale dell’epidemia di influenza del 2009”.

E sappiamo anche che se da una parte il contagio del nuovo coronavirus accelera molto velocemente, dall’altra diminuisce molto più lentamente. In altre parole, il calo è molto più lento dell’aumento. Ciò significa che le misure di controllo non devono essere revocate in una sola volta, bensì allentate molto lentamente. “Ogni governo deve valutare la propria situazione”, sottolinea l’Oms, “tutelando al contempo tutti i cittadini, soprattutto i più vulnerabili”. Secondo l’Oms, quindi, i criteri da seguire per la revoca delle restrizioni sono principalmente sei.

Per prima cosa la diffusione deve essere sotto controllo. Ricordiamo che per arrestare la diffusione di un virus, e quindi portare a un valore minore di 1 l’ormai famoso R0, bisognerebbe raggiungere la situazione di zero contagi e prolungare il lockdown per un periodo di almeno un ciclo intero di incubazione del virus. Per “diffusione sotto controllo”, probabilmente, quindi si intende un consolidamento dell’inversione di tendenza, caratterizzata dalla decrescita costante del numero dei contagi.

Inoltre, sempre secondo l’Oms, le capacità del sistema sanitario devono essere in grado di rilevare, testare, isolare e trattare ogni caso di nuovo coronavirus e rintracciare ogni contatto. “La riapertura potrebbe avvenire a diverse velocità. Non per fasce di popolazione, continuando per esempio a non far circolare gli anziani o i soggetti più a rischio, ma in modo più raffinato, ad personam”, ci aveva raccontato Walter Ricciardi qualche giorno fa. “Per farlo, però, dobbiamo anzitutto allargare la strategia di tamponamento e combinarla a un sistema di tracking tecnologico (cui si aderisce su base volontaria) che permette di ricostruire gli spostamenti e i contatti di chi risulta positivo. Tali contatti saranno poi a loro volta sottoposti al tampone, e isolati se positivi”.

I rischi di epidemia, inoltre, devono essere sono ridotti al minimo in contesti come strutture sanitarie e case di cura (problema particolarmente evidente nel nostro Paese). Fondamentale è anche che siano adottate misure preventive nei luoghi di lavoro, nelle scuole e in altri luoghi dove le persone devono recarsi. Infine, è necessario che i rischi di importazione siano gestibili e che le comunità siano consapevoli, impegnate e pronte ad adeguarsi alle “nuove norme”.

“Ogni paese dovrebbe implementare una serie completa di misure per rallentare la trasmissione e salvare vite umane, con l’obiettivo di raggiungere un equilibrio, caratterizzato da un basso livello o nessuna trasmissione”, spiega l’Oms. “In definitiva, saranno fondamentali lo sviluppo e la successiva consegna di un vaccino sicuro ed efficace per interrompere completamente la trasmissione del nuovo coronavirus”.

The post Coronavirus: le indicazioni dell’Oms per allentare le misure di contenimento appeared first on Wired.





Leggi l’articolo su wired.it