(foto: Indranil Mukherjee/AFP via Getty Images)

Da oggi, accanto agli innumerevoli studi che si stanno svolgendo in tutto il mondo per trovare un farmaco e un vaccino che sia efficace contro il coronavirus, ci saranno anche i test su prodotti della medicina tradizionale, o meglio sulla fitoterapia. A riferirlo è l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) che ha appena approvato un protocollo per testare l’efficacia di medicinali erboristici africani come potenziali trattamenti per il coronavirus e altre epidemie.

La possibilità di utilizzare la medicina tradizionale nella lotta contro la Covid-19 non è una novità. Ad aprile scorso, infatti, che il presidente del Madagascar Andry Rajoelina aveva promosso l’uso di Covid-Organics, una bevanda a base di artemisia, pianta utilizzata da millenni nella medicina tradizionale che si è dimostrata efficace nel trattamento della malaria. Richiesta, tuttavia, che aveva generato scetticismo e rifiuti, in quanto il prodotto era stato testato solamente su 20 persone per un periodo di tre settimane. “L’esordio della Covid-19, come l’epidemia di ebola in Africa occidentale, ha evidenziato la necessità di sistemi sanitari rafforzati e programmi di ricerca e sviluppo accelerati, anche sui farmaci tradizionali”, ha spiegato Prosper Tumusiime, direttore regionale dell’Oms.

Con il nuovo via libera ai test sulla medicina tradizionale nella lotta al coronavirus, gli esperti dell’Oms insieme all’Africa Center for Disease Control and Prevention e la African Union Commission for Social Affairs incoraggiano la sperimentazione con criteri simili a quelli usati per i vaccini e i farmaci messi a punto nei laboratori di tutto il mondo.

Queste organizzazioni, infatti, “hanno approvato un protocollo per le sperimentazioni cliniche di erbe medicinali contro Covid-19, insieme a una guida e termini di riferimento per istituire una commissione per il monitoraggio dei dati e della sicurezza dei trial sulla medicina erboristica. Gli studi clinici di fase 3 sono fondamentali per valutare appieno la sicurezza e l’efficacia di un nuovo prodotto medico”, si legge in una nota. “Se un prodotto della medicina tradizionale si rivela sicuro, efficace e di qualità, l’Oms raccomanderà la sua produzione locale rapida e su larga scala”, ha aggiunto Tumusiime.

The post Coronavirus: via libera dell’Oms per i test sulla medicina tradizionale africana appeared first on Wired.



Leggi l’articolo su wired.it