Berlino – La più importante e “antica” fiera dell’elettronica di consumo chiude oggi.Un’edizione governata da tre grandi temi: 1) l’intelligenza artificiale che sta entrando, invisibile, dentro i nostri principali device; 2) i comandi vocali con cui gestiamo sempre più cose; 3) il 5G e la sua diffusione imminente che cambierà il volto delle città.
Come ogni anno dal 2005, nascita dell’IFA, l’evento accoglie oltre 180.000 delegati e molti di questi arrivano da Cina, Corea, Giappone a riprova che la tecnologia ha rotto per sempre i confini geografici. L’Istituto GFK ha presentato un survey che offre un “taglio trasversale” sul mercato mondiale e UE.
I dati: nel mondo questo comparto vale 1,01 trilioni di dollari, con una flessione dello -0,2% sul 2018. Negli ultimi sei mesi i consumatori hanno sborsato 210 miliardi di euro per nuovi smartphone e nel mercato europeo il fatturato del settore equivale a 255 miliardi di euro. Oltre un quarto, il 26%, va a finire sulla smarthome, elemento dominate della fiera.



Leggi l’articolo su blogstar.org.uk