Nel caso di vaccini non riconosciuti da Ema, come Sputnik, Aifa e ministero della Salute danno il via libera alla dose “booster” di vaccini Pfizer-BioNTech o Moderna entro sei mesi dal completamento del primo ciclo vaccinale



Leggi l’articolo su wired.it