Da qualche giorno Dusk Network è sbarcato su Binance DEX, la piattaforma decentralizzata per il trading di Binance.

DUSK BEP2 è stato approvato da tutti i validators della Binance Chain con 11 voti positivi su 11. Attualmente è disponibile solo il cambio DUSK/BNB. Il prossimo 11 luglio il token DUSK sarà listato anche su Bitfinex e su Ethfinex.

Dusk Network: di cosa si tratta?

Il network è un’infrastruttura decentralizzata il cui obiettivo è garantire la privacy e la trasparenza delle transazioni e del trasferimento di valore. Dusk consente inoltre la creazione di zero-knowledge dApp.

Il network si basa sull’algoritmo di consenso noto come SBA (Segregated Byzantine Agreement). La scelta di SBA al posto dei più noti PoW o PoS deriva dal fatto che questo algoritmo è maggiormente incline a garantire la privacy.

Per quanto riguarda la protezione da attacchi come Sybil Dusk si basa sul Proof-Of-Blind-Bid (anche noto come Proof-Of-Sealed-Bid). Un attacco Sybil è una tipologia di minaccia contro sistemi online, in cui una persona cerca di assumere il controllo del network creando diversi account, nodi o computer.

Nel mondo delle criptovalute può essere condotto da una persona che gestisce diversi nodi all’interno di un network. L’obiettivo dell’attacco consiste nel mettere in minoranza i nodi onesti di un network creando sufficienti identità false (o identità Sybil).

Alla base di Dusk c’è un framework programmabile chiamato XSC (Confidential Security Contract).

Diverse blockchain trattano la privacy come un problema secondario altre invece, come Monero o Zcash, la considerano la cosa più importante ma hanno diversi problemi di adozione a causa dei regolatori che le osteggiano. Il network ambisce a diventare il primo sistema crypto che riesce a conciliare la privacy delle transazioni con i paletti imposti dai regolatori.

Ecco un riassunto delle principali caratteristiche del network Dusk:

Al termine dello scorso anno si è chiusa la fase di ICO e il team, nonostante il mercato bearish, è riuscito a raccogliere oltre 8 milioni di dollari. Il codice sorgente è disponibile su GitHub mentre il whitepaper può essere scaricato dal sito ufficiale.

The post Cos’è Dusk Network (DUSK)? Un approfondimento appeared first on The Cryptonomist.



Leggi l’articolo su cryptominando.it