(foto: Pixabay)

Uno dei vaccini contro il nuovo coronavirus, sviluppato dalle aziende produttrici Pfizer e Biontech, è efficace nel prevenire più del 90% delle infezioni Covid-19. I risultati provengono dalla fase 3 degli studi clinici, l’ultimo stadio della sperimentazione clinica. Lo ha appena annunciato il presidente della Pfizer Albert Bourla. E, se tutto andasse come sperato (ricordiamo però che è difficile fare previsioni) l’azienda potrebbe produrre 50 milioni di dosi di vaccino nel 2020 e fino a 1,3 miliardi nel 2021 – i dati sono riferiti alla produzione e questo non significa che avremo il vaccino alla fine dell’anno.

Lo studio

I ricercatori hanno coinvolto più di 43mila partecipanti, di cui quasi 40mila hanno ricevuto la seconda dose alla data dell’8 novembre e fra cui ci sono stati in tutto 94 casi di infezione Covid-19. I primi risultati indicano che il vaccino è efficace in più di 9 casi su 10, cioè riesce a evitare l’infezione in più del 90% delle persone che lo hanno ricevuto. Non ci sono state reazioni avverse gravi e il vaccino risulta ben tollerato.

I dati sull’efficacia continuano a essere raccolti: l’indagine non sarà completa finché non si arriverà a 164 casi di contagio da coronavirus, per cui non è ancora terminata. Le aziende indicano che nel giro di poco tempo prevedono di sottomettere i documenti alle autorità preposte – nello specifico la Food and Drug Administration (Fda) statunitense – per un’autorizzazione d’emergenza, richiesta anche in altri casi durante la pandemia.

The post Covid-19, il vaccino Pfizer-Biontech è efficace in più del 90% dei casi appeared first on Wired.



Leggi l’articolo su wired.it