Con la corposa crescita del valore di Bitcoin avvenuta negli ultimi giorni e che proprio ieri ha superato la fatidica soglia dei 5mila Dollari, è aumentato anche il volume della transazioni Bitcoin. Siamo ancora ben lontani dai record del Dicembre 2017, ma nella giornata di ieri la blockchain di Bitcoin ha processato più di 400mila transazioni.

Giusto la scorsa settimana vi riportavamo il raggiungimento delle 393mila transazioni Bitcoin giornaliere, un valore che non veniva toccato da inizio 2018. Ovviamente nelle ultime 48 ore tale valore è stato superato, toccando le 402mila transazioni nella giornata di Martedì 2 Aprile.

A differenza del precedente picco, questa volta però si sono avute delle ripercussioni importanti sulle commissioni di rete (fee). Vediamo qualche dettaglio in più.

Cresce il volume di transazioni Bitcoin: fee triplicate in pochi giorni

Facciamo un breve passo indietro e torniamo al 25 Marzo 2019, primo giorno di aumento delle transazioni Bitcoin (oltre 320mila in 24 ore). Lo scorso 25 Marzo per effettuare una transazione Bitcoin con conferma nel blocco successivo occorreva pagare una commissione di rete piuttosto modesta, pari a 21 Satoshi per Byte, che si traducono in circa 21 centesimi di Dollaro per transazione. Inizia dunque a crescere significativamente il mempool di Bitcoin, ovvero tutte le transazioni in attesa di venir confermate conservate nella memoria dei nodi.

Tra il 28 ed il 29 Marzo vengono registrate 393mila transazioni confermate, le fee salgono a 52 centesimi di Dollaro per TX. Il mempool raddoppia la propria dimensione, toccando i 24 MegaBytes. Fin qui dunque, nulla di preoccupante, visto che il network di Bitcoin ha dimostrato un’ottima capacità di recupero nei successivi giorni. Il numero di transazioni in attesa è diminuito drasticamente, abbattendo quindi il mempool a soli 10 MegaBytes, registrati il primo Aprile.

Il due Aprile sono state confermate quasi 402mila transazioni ed il mempool è cresciuto rapidamente sino a toccare la soglia di 36 MB. Stessa sorte è toccata alle fee, quasi raddoppiate in 24 ore, raggiungendo un costo per transazione di 90 centesimi di Dollaro.


Transazioni Bitcoin Fee Mempool.

Non è stata da meno la giornata di ieri, che ha visto salire il mempool a 44 MB e le fee medie per transazione a 1.2 Dollari. Ad oggi invece, il mempool è pari a circa 49MB e, nel momento in cui vi scrivo, contiene ben 70mila transazioni in attesa di conferma.

Naturalmente il prezzo delle transazioni Bitcoin è salito ulteriormente, toccando gli 1.72 Dollari per TX. Rispetto allo scorso weekend il costo per effettuare una transazione è più che triplicato (si partiva da 52 centesimi).

Nonostante ciò, per ora i tempi di conferma delle transazioni rimangono più che accettabili, Essi si stando mantenendo attorno ai 15 minuti per chi paga il massimo delle fee (conferma nel prossimo blocco). Naturalmente chi decide di mantenere le fee più contenute dovrà attendere tempi maggiori per la conferma, a volte anche prossimi o superiori ai 30-40 minuti.

La condizione ideale per incentivare Lightning Network

Con l’aumento dei costi per le transazioni, molti utenti potrebbero decidere si sperimentare l’uso di Lightning Network. Sino ad oggi infatti, in pochi hanno voluto destreggiarsi nella creazione di un nodo LN per ridurre ulteriormente le fee già abbastanza contenute della rete Bitcoin.

Tuttavia, se il periodo di “sovraccarico” della rete Bitcoin dovesse proseguire per qualche giorno o settimane, molto probabilmente diversi appassionati tenterebbero l’approccio a Lighning Network, che proprio in queste ore ha fatto segnare un nuovo record di capacità della rete, toccando quota 1000 Bitcoin.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

L’articolo Cresce il volume di transazioni Bitcoin: fee triplicate in pochi giorni proviene da CryptoMinando.



Leggi l’articolo su cryptominando.it