Mentre continua a sfornare immagini virali, l’applicazione illustra anche come l’intelligenza artificiale possa distorcere la realtà



Leggi l’articolo su wired.it