Nel grafico a barre trovate il numero totale di persone contagiate (tolti guariti e deceduti). La linea mostra l’andamento dei nuovi positivi registrati

Il bollettino arriva inesorabilmente ogni giorno alle 18:00. Dalla voce di Angelo Borrelli, numero uno della Protezione civile, veniamo a conoscenza dei nuovi numeri sull’epidemia del coronavirus Sars-Cov-2 (che causa la sindrome respiratoria Covid-19). Ogni giorno ci sono nuovi casi da segnalare, persone in terapia intensiva, decessi e guarigioni. Dopo aver raccolto per giorni dove venivano registrati nuovi casi su una mappa, abbiamo deciso di abbandonare questo tipo di racconto: al momento conta poco dove si trovino i focolai, visto che tutte le regioni sono state colpite.

Da questo momento terremo traccia sì degli aggiornamenti, ma concentrandoci soprattutto sull’incremento giornaliero di nuovi casi e sul numero di persone in terapia intensiva. Il primo può dirci molto sulla velocità con cui sta avanzando la diffusione del virus, sperando di vedere presto una sua riduzione e infine un suo stop, grazie alle misure prese dalle autorità e dai nostri comportamenti personali. Finché questo non avverrà, non ci si deve meravigliare se il numero dei contagi aumenta, così come (per fortuna) quello dei guariti. Il secondo, invece, deve essere tenuto d’occhio perché mette alla prova il nostro sistema sanitario nazionale, che ovviamente ha un numero di letti limitato nei reparti di terapia intensiva (in questo senso va la decisione del governo di aumentarli).

Questo secondo grafico mostra invece, nella parte superiore, l’aggiornamento giornaliero dei ricoveri in ospedale, di quelli in terapia intensiva e degli isolamenti domiciliari. Oltre che i decessi e le guarigioni. Nella parte inferiore vengono invece mostrati i totali.



The post Due grafici per tenere d’occhio il coronavirus in Italia appeared first on Wired.



Leggi l’articolo su wired.it