Un gruppo a sostegno del fondatore di WikiLeaks, in attesa dell’estradizione negli Stati Uniti, ha raccolto cinquanta milioni di dollari. I sistemi basati su blockchain stanno diventando popolari per le raccolte di fondi a favore di attivisti



Leggi l’articolo su wired.it