(foto: Getty Images)

Se volessimo vedere lo sviluppo del vaccino contro il coronavirus Sars-Cov-2 come una gara, la Russia – apparentemente – sarebbe in testa. Dopo l’approvazione dello Sputnik V lo scorso agosto, infatti, il presidente Vladimir Putin ha appena annunciato che l’agenzia regolatoria dei medicinali russa ha approvato il secondo vaccino anti Covid-19: EpiVaCorona.

Il nuovo vaccino, hanno reso noto le autorità russe in una conferenza stampa mercoledì 14 ottobre, è costituito da un’iniezione di frammenti virali (peptidi antigenici sintetici) che stimolerebbero il sistema immunitario a sviluppare protezione contro il coronavirus.

Sviluppato dal Vector Institute in Siberia, EpiVaCorona avrebbe completato con successo le prime fasi di sperimentazione clinica (l’agenzia Reuters parla di un trial con gruppo di controllo con placebo che ha coinvolto 100 volontari tra i 18 e i 60 anni), dimostrando di essere sicuro ed efficace. Per il momento, però, non c’è alcuna pubblicazione scientifica in merito.

La prima fornitura di EpiVaCorona (circa 60mila dosi) dovrebbe essere presto disponibile (tra novembre e dicembre) per continuare la sperimentazione clinica su scala più ampia. Secondo l’agenzia Reuters, che riporta le informazioni fornite dall’agenzia di stampa russa Interfax, lo studio coinvolgerebbe 30mila persone, le prime 5mila in Siberia. Per le fonti del Wall Street Journal, invece, il Vector Center starebbe per iniziare un trial su 40mila persone, e ci sarebbe in programma una sperimentazione separata per testare il dispositivo su 150 persone over-60.

“Dobbiamo aumentare la produzione del primo e del secondo vaccino”, ha dichiarato Putin alla tv di stato. “Stiamo continuando a collaborare con i nostri partner stranieri e promuoveremo il nostro vaccino all’estero”. La popolazione russa, comunque, ha la priorità, ha chiarito Putin, aggiungendo che potrebbe essere presto approvato anche un terzo vaccino anti Covid-19 made in Russia.

The post Ecco EpiVaCorona, il secondo vaccino russo contro il coronavirus appeared first on Wired.



Leggi l’articolo su wired.it