(foto: Getty Images)

Un altro strabiliante show di The Donald. Il presidente degli Stati Uniti durante il briefing con la stampa sui lavori della task force anti-coronavirus ne ha sparate delle belle ipotizzando che sia possibile curare i pazienti Covid-19 con raggi Uv e iniezioni di disinfettanti. Donald Trump travisa completamente alcuni dati sugli effetti di agenti chimici e fisici sull’integrità del coronavirus fuori dal corpo umano, e, tra l’ironia e lo sconcerto sui social , costringe gli esperti, tra cui un commissario della Fda, a correre ai ripari raccomandando agli americani di non bere assolutamente i disinfettanti.

Coronavirus e disinfettanti

Fin dai primi focolai, tutto il mondo sta usando prodotti chimici per contenere la diffusione di Sars-Cov-2, dal normale sapone agli igienizzanti per le mani a base alcolica, alle soluzioni di candeggina per disinfettare gli ambienti (anche esterni).

I primi risultati raggiunti dal Dipartimento di sicurezza nazionale degli Usa, riportati in conferenza stampa dall’agente di William Bryan, non dovrebbero quindi stupire più di tanto. “Possiamo dire che la candeggina uccide il virus in cinque minuti. L’alcool isopropilico lo elimina in 30 secondi, senza manipolazione né sfregamento”.
Solo Trump, però, poteva da questo arrivare a suggerire di verificare se fosse possibile disinfettare dall’interno le persone, perché a suo avviso è un’idea interessante. Certo va contro le basilari conoscenze mediche, contro il buonsenso, ma d’altra parte il presidente ammette di non essere un medico.

Coronavirus e luce Uv

Un altro dato che emerge dalle ricerche del dipartimento di sicurezza nazionale sarebbe la sensibilità del coronavirus alla luce ultravioletta, ai raggi Uv. “La nostra osservazione più sorprendente fino ad oggi” ha riferito Bryan “è il potente effetto che la luce solare sembra avere sull’uccisione del virus, sia sulle superfici che nell’aria”. Perché dunque non sparare sulle persone tremendi fasci luminosi, o radiazioni ultraviolette per uccidere il virus nel corpo? Ha suggerito il presidente Trump.

L’effetto sterilizzante dei raggi Uv è ben noto alla scienza: sono in grado di rompere gli acidi nucleici (dna e rna), inattivando microrganismi come batteri e virus quindi. Peccato che lo stesso effetto si verifichi anche sul dna delle persone e che l’esposizione eccessiva provochi danni che possono causare malattie come il cancro.

A oggi non ci sono dati che lascino pensare a un’efficacia terapeutica dei raggi Uv contro Covid-19.

Le parole di Bryan in merito all’aumento di temperatura e umidità, che avrebbe effetto favorevole sul coronavirus, sono state usate da Trump per tornare su quanto aveva già sostenuto in passato, cioè che il nuovo coronavirus rivelerà un comportamento simile a quello dei virus influenzali, che hanno un andamento stagionale, e che quindi la pandemia si risolverà con l’arrivo dell’estate. Anche questa ipotesi non è nuova nell’ambito delle ricerche su Sars-Cov-2, ma, come ricordano ancora oggi gli esperti, le conclusioni non sono definitive: basti pensare che ci sono focolai di Covid-19 attivi anche in paesi con climi caldi come Singapore, o anche solo guardare all’interno degli stessi Stati Uniti dove il virus ha richiesto un pesante tributo anche in Louisiana e in Florida, che non sono certo l’Alaska.

Non bevete i disinfettanti

Le dichiarazioni di Trump hanno suscitato immediate reazioni sia tra i cittadini sia tra gli esperti. Ilarità e ironia sui social, ma anche sconcerto di autorità e professionisti della salute, preoccupati che le parole del presidente possano indurre qualche cittadino a un assurdo e pericoloso fai-da-te.

Come riporta la Cnn, Stephen Hahn, commissario della Fda statunitense e membro della task force della Casa Bianca, ha sconsigliato vivamente l’ingestione di disinfettanti. Concetto ribadito da molti altri esperti, che invitano a seguire i consigli dei propri medici.

Altri sottolineano l’irresponsabilità del presidente Trump. E c’è anche chi come Walter Shaub, esperto di etica governativa, ci va giù pesante: “Per me è incomprensibile che un deficiente come questo sieda nel più alto ufficio del paese e che esistano persone abbastanza stupide da pensare che vada bene così”, riporta il Guardian. “Non posso credere che nel 2020 dovrò mettere in guardia chiunque ascolti il ​​presidente che l’iniezione di disinfettante potrebbe ucciderti”.

The post Ennesima assurdità di Trump: luce Uv e iniezioni di disinfettanti contro il coronavirus appeared first on Wired.





Leggi l’articolo su wired.it