La racconta a Wired il suo co-fondatore, il direttore d’orchestra, Boian Vibdenoff: “Tablet al posto di leggii e spartiti, disponibili in ogni parte del mondo”



Leggi l’articolo su wired.it