I risultati, iniziali ma promettenti, tracciano una importante strada di ricerca inesistente fino a qualche anno fa per affrontare le paralisi



Leggi l’articolo su wired.it