Si chiama Earendel, che in inglese antico significa “stella del mattino” e sarebbe esistita nel primo miliardo di anni di vita dell’Universo: gli astronomi sono riusciti a individuarla grazie a una lente gravitazionale



Leggi l’articolo su wired.it