Hybridverse, progetto italiano dedicato all’ecosistema delle stablecoin, ha deciso di lanciare Hybrid Euro (HEUR), una stablecoin peggata all’euro, la prima ad utilizzare la blockchain di Zilliqa.

Read this article in the English version here.

Hybridverse si pone come una rete di multi-pagamento che permette agli utenti di operare con la blockchain in modo semplice e veloce.

Come spiegato sul blog, il team ha scelto di puntare sulla blockchain di Zilliqa, perché è la prima e unica blockchain dove lo sharding è già stato implementato, è quindi possibile avere dei dati fuori dalla mainchain ma in comunicazione con la blockchain principale tramite degli shard, rendendo il sistema estremamente scalabile. Questo sistema è infatti basato sull’idea di consenso parallelo. Lo sharding sarà anche implementato dalla blockchain di Ethereum l’anno prossimo.

Questa scelta, come si spiega sempre nel post di Medium dell’azienda, è stata valutata attentamente e ha portato a scegliere la blockchain in base alla decentralizzazione, sicurezza, scalabilità, costo e innovazione e Zilliqa pare così sia risultata la scelta vincente. Zilliqa ha da poco lanciato anche gli smart contract, dimostrando di essere molto attiva nel settore e di competere con le altre già avanzate blockchain.

Altro fattore rilevante che ha portato alla scelta di questa blockchain per la creazione della stablecoin Hybrid Euro è il costo delle transazioni che è solamente di $ 0,000023.

Nonostante queste ottime notizie, il prezzo di ZIL, il token di Zilliqa, rimane comunque basso, anzi è da un paio di giorni che registra continui ribassi e attualmente segna un valore di 0,02 centesimi di dollaro, dopo che il 18 giugno segnava invece un valore di 0,18 centesimi, secondo i dati di Coinmarketcap.

The post Hybrid Euro (HEUR), la prima stablecoin su Zilliqa appeared first on The Cryptonomist.



Leggi l’articolo su cryptominando.it