Tra i principali risultati di ricerca della piattaforma dedicati alle gare di Pechino spuntano molti contenuti filocinesi, accanto a qualche video di denuncia



Leggi l’articolo su wired.it