(foto: Chesnot/Getty Images)

Il fondatore e amministratore delegato di Twitter e Square, Jack Dorsey, ha annunciato che donerà un miliardo di dollari contro il coronavirus. L’imprenditore, come ha scritto proprio su Twitter, ha creato un fondo apposito dove ha convogliato circa 19 milioni di azioni di Square, corrispondenti a 997 milioni di dollari. Una cifra immensa, che corrisponde al 28% del suo patrimonio totale.

Il fondo Start Small

Il fondo creato da Dorsey non è dei più classici: è una società a responsabilità limitata dal nome Smart Small. Secondo alcuni critici, come riportato dal New York Times, questo tipo di soluzione eviterebbe al ceo di Twitter di essere completamente trasparente riguardo alle transazioni che coinvolgono la società. Ma Dorsey ha voluto creare un documento pubblico, consultabile da tutti online, in cui viene vengono descritte tutte le donazioni fatte a favore della Smart Small. Una decisione presa anche per evitare le ricorrenti polemiche che, da anni, lo accusano di essere poco trasparente sulla gestione del denaro dedicato alla filantropia.

La somma depositata sul fondo dipenderà, ovviamente, dall’andamento delle azioni della Square sul mercato finanziario. Dorsey, in merito, in un altro tweet ha precisato di aver scelto questa società e non Twitter “semplicemente perché possiedo più azioni di questa società. L’impatto di questo denaro avrà benefici su entrambe le aziende perché aiuterà le persone a cui vogliamo rivolgerci”.

“Alla fine della pandemia, quando il virus sarà debellato, i soldi raccolti verrano impiegati per sostenere iniziative relative alla salute, all’educazione delle donne e alla creazione di un reddito di base universale”, ha spiegato ancora Dorsey.

Il fondatore di Twitter è solo l’ultimo, in ordine di tempo, tra gli imprenditori hi-tech che stanno destinando una parte della loro ricchezza alla lotta contro la diffusione del coronavirus. La scorsa settimana, come riporta il Guardian, l’amministratore delegato di Amazon, Jeff Bezos, ha donato 100 milioni di dollari alle banche alimentari americane attraverso un’associazione no profit, Feeding America. Mark Zuckerberg, fondatore di Facebook, ha organizzato campagne di soccorso tramite la sua organizzazione filantropica, la Chan Zuckerberg Initiative. E la Bill & Melinda Gates Foundation, associazione di beneficenza dell’inventore di Microsoft, ha investito 100 milioni di dollari per sviluppare un vaccino contro Covid-19 e per finanziare test e trattamenti, come ha fatto anche Michael Dell, il fondatore dei computer Dell.

The post Il fondatore di Twitter Jack Dorsey ha donato un miliardo di dollari per combattere il coronavirus appeared first on Wired.





Leggi l’articolo su wired.it