Il Teatro La Scala di Milano. (Shutterstock.com)
La Scala di Milano (virtuale), ma anche l’Acquario di Genova (virtuale), cambiano proprietà. O meglio: cambia proprietà chi ha progettato questi e altri importanti musei virtuali. Quindi, niente sceicchi all’orizzonte, niente pratiche immobiliari. Più semplicemente l’acquisto di azioni e, a seguire, un aumento di capitale che porterà il gruppo Scai, sede principale a Torino, a possedere la maggioranza (oltre il 60%) di Ett, (la madre dei grandi musei virtuali) leader nel settore della fornitura di soluzioni software, multimediali e di digital communication…



Leggi l’articolo su blogstar.org.uk