Guido Grassi Damiani, presidente del gruppo Damiani (Courtesy Damiani)
Pochi settori hanno subito una perdita di credibilità nell’ultimo anno quanto quello del commercio dei diamanti. Gli scandali connessi all’acquisto delle pietre preziose in banca attraverso società specializzate e l’impossibilità per molti investitori di rivendere o di farlo al prezzo atteso hanno portato al crollo di un castello di carte e alla sparizione di alcune aziende specializzate, tornate nel buio dopo alcuni anni sotto i riflettori.
“Nel nostro settore, gioielli e diamanti, non si può raggirare il consumatore: chi lo fa anche una sola volta si  gioca  tutto, immagine e storia e chiude”. E’ l’incipit con cui Guido Grassi Damiani, che oggi guida con i due fratelli Giorgio e Silvia …



Leggi l’articolo su blogstar.org.uk