(foto: PublicDomainPictures/Pixabay)

Nei primi tre mesi di campagna vaccinale contro Covid-19 sono state rilevate dal Sistema di farmacovigilanza italiano oltre 46mila segnalazioni su un totale di oltre 9 milioni di dosi somministrate (con un tasso di 510 segnalazioni ogni 100mila dosi). La stragrande maggioranza di queste (circa il 93%), , comunica l’Agenzia italiana del farmaco, riguardano eventi non gravi, che si risolvono completamente, come per esempio il dolore in sede di iniezione, la febbre, la stanchezza, ei  dolori muscolari. Le segnalazioni gravi, invece, sono il 7% (circa 36 eventi su 100mila dosi), indipendentemente dal tipo di vaccino o dalla prima o seconda dose. Rispetto al rapporto precedente, i tassi di segnalazione sono stabili.

Nel periodo tra il 27 dicembre 2020 e il 26 marzo 2021, la maggioranza delle segnalazioni (l’81%) ha riguardato il vaccino Comirnaty di Pfizer. Questa percentuale è comprensibile, visto che allora era stato il più utilizzato, con il 68% delle dosi somministrate. Il 17% delle segnalazioni invece è relativo Vaxzevria di AstraZeneca, inoculato nel 27% dei casi, mentre riguarda Moderna (5% delle somministrazioni) il 2% delle segnalazioni.

Il terzo rapporto di farmacovigilanza italiano sui vaccino contro Covid-19
(grafico: Agenzia italiana del farmaco)

Gli eventi segnalati insorgono prevalentemente lo stesso giorno della vaccinazione o il giorno successivo (87% dei casi).

Per tutti i vaccini gli eventi avversi più segnalati sono febbre, cefalea, dolori muscolari/articolari, dolore in sede di iniezione, brividi e nausea, in linea con le informazioni note sui vaccini finora utilizzati in Italia.

Nel rapporto c’è anche un approfondimento dedicato agli eventi tromboembolici avvenuti temporalmente dopo la somministrazione del vaccino Vaxzevria di AstraZeneca. Si sono verificati, entro due settimane dalla vaccinazione, dei casi molto rari di trombi associati a bassi livelli di piastrine nel sangue. Su un totale di 62 casi inseriti in Eudravigilance in Italia sono stati segnalati 7 casi (con 2 decessi) di trombosi dei seni venosi intracranici (Csvt) fino al 22 marzo 2021 e 4 casi (con 2 decessi) di trombosi di più vasi sanguigni in sede atipica sui 24 inseriti nello stesso periodo nella rete di sorveglianza europea.

The post Il terzo rapporto di farmacovigilanza italiano sui vaccino contro Covid-19 appeared first on Wired.



Leggi l’articolo su wired.it