(foto: Getty Images)

La Food and Drug Administration ha appena autorizzato il vaccino Pfizer-BioNTech per l’utilizzo in emergenza negli Stati Uniti. Con questa decisione gli Usa diventano il sesto paese, oltre a Regno Unito, Bahrain, Canada, Arabia saudita e Messico, a dare il via alla somministrazione grazie all’ok delle agenzie regolatorie. Le prime dosi del vaccino, circa 2,9 milioni, arriveranno negli Usa la prossima settimana. Si attende ora il responso dell’Agenzia europea dei medicinali, che aprirebbe le porte a questo vaccino anche in Europa. Cosa sappiamo di questo vaccino?

Nell’autunno 2020 gli annunci delle case farmaceutiche di nuovi vaccini efficaci o molto efficaci contro il Covid-19 si sono succeduti uno dopo l’altro senza sosta. Ma fino a pochi giorni fa non avevamo molti dati provenienti da studi clinici peer reviewed e pubblicati. Oggi invece questi dati stanno arrivando e, quasi in concomitanza della l’approvazione nei primi paesi, abbiamo visto i risultati dei trial clinici di fase 3 – l’ultimo stadio della sperimentazione – del vaccino di Pfizer-Biontech pubblicati sul New England Journal of Medicine (ma anche di quello di Oxford-Astrazeneca, pubblicati su Lancet). Insomma, finalmente possiamo parlare con le informazioni alla mano.

I risultati dei trial clinici sul vaccino Pfizer-Biontech

I risultati pubblicati sul Nejm confermano che l’efficacia del vaccino di Pfizer-Biontech, in sigla BNT162b2, nel proteggere dai sintomi del Covid-19 è del 95%, con un intervallo compreso fra il 90,3% e il 97,6%. Per studiare il vaccino i ricercatori hanno coinvolto più di 43mila volontari, di cui metà hanno ricevuto la vaccinazione e l’altra metà un placebo. L’incidenza delle reazioni avverse gravi è risultata bassa e comparabile fra chi ha ricevuto il vaccino e chi il placebo. Fra le reazioni di breve durata ci sono state dolore lieve o moderato nel punto dell’iniezione, stanchezza e mal di testa. Ci sono stati 170 casi di Covid-19, di cui 162 in persone cui è stato somministrato il placebo – e in tutto 10 casi gravi, di cui 9 nel gruppo placebo. Di questo vaccino si è discusso recentemente riguardo al caso delle due reazioni anafilattiche nel Regno Unito – paese che ha già iniziato a somministrarlo – anche se ancora non si hanno sufficienti dati su cosa abbia scatenato la reazione (come molti farmaci il vaccino contiene anche dei conservanti) e su come interpretare questo dato.

 

The post Il vaccino Pfizer-BioNTech contro il coronavirus è stato approvato negli Stati Uniti appeared first on Wired.



Leggi l’articolo su wired.it