Binance Charity ha annunciato una partnership con 44 aziende per la creazione di una stablecoin per favorire la lotta alla povertà. 

Si tratta del Pink Care Token (PCAT), ovvero un token BEP-2 basato su su Binance Chain che avrà un valore stabile perché ancorato ad un sottostante. 

Tuttavia, come sottostante alla stablecoin di Binance Charity non è stata scelta una valuta fiat, ma una fornitura annua di assorbenti: infatti, PCAT verrà utilizzato nell’ambito di una campagna contro la povertà femminile rivolta ad 1 milione di donne nei paesi sottosviluppati per migliorarne il benessere e la salute. 

Il CEO di Binance Changpeng CZ Zhao, ha dichiarato: 

“Pink Care Token è il primo stablecoin di impatto sociale pubblicato su Binance Chain. Una parte della nostra missione è promuovere l’adozione della criptovaluta e penso che la beneficenza sia uno dei modi più efficaci per portare il valore delle criptovalute a sempre più persone”. 

Grazie al suo ancoraggio alla fornitura annuale di assorbenti, il token avrà un valore stabile, e potrà essere scambiato sugli exchange. Ma potrà sempre anche essere utilizzato per riscuotere la fornitura annuale, e potrà essere distribuito in modo molto trasparente, senza corruzione e con costi minimi di transazione.

La distribuzione del primo lotto è previsto già per la metà di luglio in Uganda, in collaborazione con alcuni ministri del governo ugandese. 

In Uganda a febbraio è già stata avviata l’iniziativa “Binance for Children” per aiutare i bambini delle scuole ad accedere al cibo attraverso il programma Lunch for Children

Gli inviati di Binance Charity sul campo hanno anche identificato alcune altre necessità urgenti, in particolare tra le ragazze, ed una di queste riguarda proprio gli assorbenti. Molte giovani donne infatti non possono permettersi di acquistarli, ed utilizzano così come alternativa le foglie di manioca, che però possono portare infezioni ed altri gravi conseguenze. 

Molte altre fondazioni e ONG hanno cercato soluzioni a questo problema nel corso degli anni, ma c’è sempre un’enorme inefficienza ed una mancanza di trasparenza con i sistemi tradizionali per questo tipo di donazioni, che causano perdita di fiducia ed alti costi di intermediazione. Il token PCAT dovrà servire proprio ad incrementare la trasparenza e a ridurre le inefficienze.  

Binance Charity Foundation (BCF) è la piattaforma di beneficenza basata blockchain ed il braccio filantropico ufficiale, del celebre exchange di criptovalute. Per questo progetto ha cercato ed ottenuto l’appoggio di ben 44 aziende e organizzazioni come partner fondatori del Pink Care Token, tra cui TRON e Ripple.

La Pink Care Token Alliance è formata da: 

Binance, TRON, BabelFinance, Ripple, Alice, Arrington XRP Capital, Bloq, AELF, Emurgo, Blockseed Ventures, Primitive Ventures ,Paxful,  Earth Protocol, Mithril, IoTex, Sora Ventures, Tally Capital, Pundi X, Matic Network, Harmony, Bloc Platform, Quantstamp, Celer, StormX, GXChain, Orichal, Enjin, QuarkChain, Ultrain, Contentos, Zcoin, IOST, CryptoSavannah, Period.org, AfriPads, Fetch, KIZUNA, Certik, V Systems, AIDTech, Fintech4Good, Nebulas, VeChain, 8 Decimal Capital, e Binance Charity.

The post In arrivo la stablecoin di Binance Charity appeared first on The Cryptonomist.



Leggi l’articolo su cryptominando.it