È dall’inizio del 2020 che in Cina sono cominciati a comparire casi di una nuova malattia. Questo nuovo coronavirus (dello stesso tipo che ha generato Sars e Mers) ha ucciso finora 25 persone, con oltre 800 infezioni, in particolare nella città di Wuhan, dove si sospetta che abbia fatto il salto di specie, passando dagli animali all’essere umano. Per affrontare questa nuova minaccia, il governo cinese ha deciso di costruire, racconta il Changjiang Daily, un nuovo ospedale da mille posti letto: oltre 100 persone, 35 scavatori e 10 bulldozer sono arrivati sul sito designato, accanto a un lago nella periferia della città, con l’obiettivo di terminare la costruzione, che si basa su prefabbricati, in 10 giorni.

La Cina non è nuova a queste imprese: nel 2013, durante l’epidemia di Sars, 7mila lavoratori costruirono a Pechino un ospedale in una sola settimana.

The post In Cina si vuole costruire un nuovo ospedale per il coronavirus in pochi giorni appeared first on Wired.



Leggi l’articolo su wired.it