Redatto da Oltre la Linea.

Fabio Provenzano schiantandosi con la macchina a folle velocità mentre faceva una diretta facebook, ha ucciso un figlio mentre l’altro è grave. Ormai siamo alla rovina. Non si può aggiungere altro di fronte ad eventi di cronaca come quello avvenuto in Sicilia.

Sotto l’effetto di sostanze stupefacenti – cocaina- un padre schiaccia l’accelleratore del suo BMW in maniera spropositata. Al suo fianco i due figli, Francesco di 13 anni e Antonino di 9. Non contento, Fabio Provenzano ha acceso il cellulare e si è messo a fare una diretta Facebook. Lo schianto era dunque inevitabile.

In diretta Facebook mentre guida uccide il figlio
Il piccolo Francesco morto nell’incidente.

L’ebrezza di Facebook ha ucciso un figlio

Il piccolo Francesco è morto sul colpo, Antonino è sopravvissuto ma è ancora grave. Come spesso accade in queste tragedie, il guidatore drogato è sopravvissuto, anche se è in coma farmacologico da giorni. Tutti sono sconvolti, parenti in primis. Una volta assodata la condizione del padre, i Carabinieri hanno arrestato Salvatore Provenzano, il fratello di Fabio.

Un mondo in rovina, dove si sono persi i valori più profondi, le ancore e le fondamenta della vita. Cosa può spingere un padre ad un gesto tanto folle? Non credo ci sia una vera domanda a questa risposta. Sicuramente se continueremo così, meriteremo d’estinguerci.

(La Redazione)

L’articolo In diretta Facebook mentre guida uccide il figlio originale proviene da Oltre la Linea.



Leggi l’articolo completo su oltrelalinea.news