Alessio Di Bernardo e Raffaele D’Alessandro dovranno scontare 12 anni in carcere per l’omicidio preterintenzionale di Stefano Cucchi. Processo da rifare invece per gli altri due carabinieri Roberto Mandolino  e Francesco Tedesco, accusati di aver contribuito a depistare le indagini.



Leggi l’articolo su wired.it