Le centrali nucleari di prossima generazione potrebbero essere più sicure e più efficienti, ma sono alimentate da un tipo di uranio prodotto quasi esclusivamente in Russia



Leggi l’articolo su wired.it