Il comportamento degli insetti ha fornito lo spunto per una nuova tecnica che monitora la profondità delle neve e potrebbe tornare utile per la gestione delle risorse idriche



Leggi l’articolo su wired.it