Bithumb, il più grande exchange della Corea del Sud, avrebbe messo a bilancio per l’anno 2018 una perdita netta di circa 205,5 miliardi di won, al cambio attuale quasi 160 milioni di euro.

La situazione finanziaria

Secondo i media locali la perdita è dovuta principalmente al brusco calo del mercato delle criptovalute dello scorso anno, sebbene siano contemplati come fattori determinanti gli importanti investimenti infrastrutturali effettuati ed il costo del personale aumentato.

La cifra messa a bilancio nel 2018 mostra un grosso sbalzo in negativo per le casse di Bithumb avendo fatto registrare appena un anno prima (nel 2017) un utile di 534,9 miliardi di won (circa 415 milioni di euro).

I ricavi dell’exchange, in realtà, sono cresciuti del 17,5% passando da 333,4 miliardi di won (258 milioni di euro) dell’anno precedente a 391,7 miliardi di won (303 milioni di euro) nel 2018.

Le cifre mostrano però che l’utile operativo dello scambio è sceso del 3,5% passando da 265,1 miliardi di won (205 milioni) nel 2017 ai 256,1 miliardi di won (198 milioni) nel 2018.

Nel frattempo, le spese operative sono aumentate da 68,3 miliardi di won (53 milioni) a 135,6 miliardi di won (105 milioni). Le spese non operative, ovvero quelle non strettamente necessarie al funzionamento dell’azienda, sono aumentate a dismisura passando da 4,1 miliardi (3,1 milioni) a ben 381,9 miliardi di won (296 milioni).

Gli attacchi all’exchange

Bithumb nel recente passato ha inoltre dovuto attraversato alcuni momenti difficili. Solo due settimane fa, lo scambio ha subito il suo ultimo attacco, perdendo l’equivalente di 13 milioni di dollari in EOS e altri 6,2 milioni di dollari in XRP.

L’anno scorso, Bithumb è stato hackerato perdendo circa 30 milioni di dollari in diverse criptovalute. In seguito ha poi però dichiarato di aver recuperato almeno il 50% dei fondi precedentemente andati persi.

Dopo l’ultimo furto, Bithumb ha rivelato di aver trasferito tutti i beni dei clienti in cold wallet (offline) per prevenire altre perdite attraverso attacchi esterni.

Inoltre, sempre secondo i media locali, l’exchange prevede di ridurre il numero del personale fino al 50%, quindi dagli attuali 300 dipendenti a circa 150.

In definitiva la situazione finanziaria per l’exchange, secondo i dati forniti, non sembra essere delle più rosee. Staremo a vedere se in questo 2019 riuscirà a risollevarsi.

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

[VIA]

L’articolo La situazione finanziaria di Bithumb: perdite per 160 milioni di euro nel 2018 proviene da CryptoMinando.



Leggi l’articolo su cryptominando.it