Secondo la denuncia presentata da un’organizzazione per la ricerca medica a carattere animalista, Neuralink avrebbe eseguito trattamenti altamente invasivi su 23 macachi, provocando grandi sofferenze e la morte



Leggi l’articolo su wired.it