App, profilazione e falle nella privacy rendono vulnerabili donne e medici agli attacchi di chi vuole eliminare il diritto all’aborto, sotto attacco negli Stati Uniti



Leggi l’articolo su wired.it